10 regole per aprire un ristorante di successo

Premessa
Aprire un ristorante è il sogno nel cassetto di moltissime persone, tanti sono coloro che fanno il salto di qualità e passano dall’essere dipendenti a titolari aprendo una propria attività, esiste poi una categoria di appassionati che si butta in questa impresa semplicemente perché vogliono mollare il loro lavoro statico e privo di emozioni e ricominciare una nuova vita all’insegna della loro passione. Purtroppo però la ristorazione è un mondo davvero molto complicato, le possibilità di successo in questo campo secondo gli esperti sono di 1 a 5, capite bene che giocare alla roulette con il metodo delle sestine potrebbe essere meno azzardato. Certo non bisogna scoraggiarsi e guardare troppo i numeri se davvero si crede in qualcosa, tuttavia prima di imprendere è sempre utile tenerne conto in modo da calcolare il rischio d’impresa.
1. Comprendi qual è il tuo potenziale economico
Prima di compiere il primo passo, devi capire quanti soldi puoi e vuoi spendere per questa nuova impresa. È indispensabile sapere fino a che punto vuoi rischiare e quanto sei disposto a mettere in gioco per il tuo futuro ristorante, ovviamente in base ai fondi che hai a disposizione potrai scegliere la tipologia di ristorante più adatta a te.
2. Osserva i tuoi competitors
Setaccia i ristoranti presenti nella tua città e capisci quali sono le offerte più presenti nel mercato. Cerca di estraniarti dalla massa e puntare su una tipologia di cucina diversa o che abbia una qualità molto superiore a tutte le altre. In ogni caso è importantissimo capire se le tue potenzialità economiche possono costruire al meglio la tua idea di ristorazione. Ad esempio fare una trattoria con una certa tipologia di servizio sarà meno costoso che creare un ristorante che punta alla Stella Michelin. Tuttavia non c’è un modo giusto o sbagliato di fare ristorazioe ma diversi modi per arrivare ad un unico obbiettivo.
ristoranti di pesce a Bologna
3. Trova un’identità al tuo ristorante e resta coerente ad essa
Una volta analizzati i competitors e deciso il tuo stile, si coerente e non abbandonare mai il vero essere del tuo ristorante, devi dare sempre un’identità chiara dell’attività facendola evolvere nel tempo, trasformala a seconda delle tendenze del momento rimanendo sempre alla moda ma non perdere quelli che sono i tuoi valori.
4. Arredamento e Attrezzatura
L’arredamento nel 2020 è una delle componenti fondamentali di un ristorante moderno, le persone amano andare in posti sempre più “instagrammabili” e tuttavia è molto utile per far fuoriuscire meglio l’identità che si vuole dare al locale. Capisci quali attrezzature dovrai avere in sala, bar e cucina per il tipo di ristorante che vuoi avere, se non sei del mestiere prendi un consulente onesto e con tanta esperienza che ti possa aiutare negli acquisti.
5. La Posizione del Ristorante
La posizione del ristorante è davvero indispensabile per avere un’attività di successo, soprattutto durante il periodo iniziale può dare grande visibilità all’attività. Il posizionamento deve essere scelto in maniera consapevole, è doveroso capire il giusto compromesso tra visibilità e costo dell’affitto. L’altra scelta di pari importanza riguarda la capienza del ristorante, è importantissimo capire il giusto volume di coperti per il tipo di ambiente che vogliamo creare nella nostra attività commerciale.
6. Lo Chef
La colonna portante di ogni ristorante, lo chef. Trova uno chef affidabile, che abbia passione per il suo lavoro, che sia pronto a non allentare la presa anche nei momenti peggiori, che riesca a fare squadra con tutto lo staff compresa la sala e soprattutto che non vi molli da un giorno all’altro magari nel pieno di un servizio. Ovviamente queste skill devono essere capeggiate dalla cosa più importante “saper cucinare”, non sarà affatto facile trovare una persona su cui valga puntare, soprattutto se non sei del mestiere.
7. Lo Staff
Se lo chef e gli addetti di cucina sono la colonna portante del ristorante, il personale di sala/bar è senza dubbio la facciata del nostro tempio perfetto. Assumi del personale di sala che abbia una bella presenza e che sappia mettere a loro agio i vostri clienti. Organizza lo staff con il metodo dei contrasti, se hai bisogno di molti dipendenti affianca sempre una persona di grande esperienza a qualche giovane da far crescere nel tuo ristorante. Solo così puoi abbattere i costi ed essere pronto a sostituire delle persone in caso qualcuno abbandonasse la nave.
8. I Prodotti

Ci sono migliaia di fornitori per la ristorazione, devi essere bravo a non farti abbindolare da loro, molti di loro sono persone brillanti e furbe che cercheranno di venderti i loro prodotti di bassa qualità convincendoti che sono il meglio. La miglior cosa da fare per evitare questa possibilità è studiare, assaggiare e cercare. Studia i prodotti e resta sempre aggiornato sulle novità culinarie conoscendone il valore reale. Assaggia, prova tutto quello che vendi ed esce dalla tua cucina, prova su di te per primo e affina il gusto imparando la differenza di un prodotto di bassa qualità rispetto ad un prodotto di alta qualità. Cerca i migliori fornitori, coloro che hanno i prodotti migliori a costi più vantaggiosi, una strategia di marketing inziale potrebbe essere quella di comprare da più fornitori in modo che questi parlino di te e della nuova apertura, con il tempo scegliere il migliore/i tra loro chiedendo delle scontistiche in base agli acquisti.

9. Pubblicità
Pubblicizza in maniera massiccia e persistente la tua attività commerciale prima di aprire e nei mesi successivi all’apertura, fatti conoscere il più possibile ed in ogni forma concepibile: cartelloni, volantini, sito internet, social, passaparola ecc. Ovviamente oltre all’impegno devi capire quanto vuoi spendere per la pubblicità, fortunatamente con l’avvento dei social puoi metterti in luce più facilmente se li usi nel modo giusto e ad un prezzo bassissimo.
10. Inaugurazione

L’inaugurazione deve far rumore, tutti devono sapere che apri, soprattutto se il tuo posizionamento geografico non è dei migliori, magari non sei di passaggio o il tuo locale è nascosto da qualcosa, con l’inaugurazione devi cercare di farti conoscere dalla gente e devi fare le cose in grande cercando di sbalordire in modo da convincerli a tornare. Molti ristoratori soprattutto tra quelli che hanno più locali, usano aprire sottotono senza fare troppo rumore, in modo d’oliare bene gli ingranaggi prima di passare a pieno regime.